Villa Lante a Bagnaia - Viterbo

Chi visita la Tuscia non può non fermarsi a Bagnaia per ammirare la cinquecentesca Villa Lante, edificata appena fuori la cinta del borgo antico.
 Le prime notizie del Castrum risalgono al 963 d.c., a quel tempo il borgo si chiamava Bangaria (nome forse di origine longobarda), successivamente evolutosi in Balnearia, Bagnaja ed infine Bagnaia. Dentro le mura, vicoli, palazzetti di costruzione medioevale o rinascimentale richiami di arte saracena danno ancora oggi all'atmosfera un sapore antico.

Infoemedia - Privacy - P.I.02004430563

Villa Lante - Bagnaia

L’ingresso alla Villa è da via Jacopo Barozzi. Superato il portone, prepotentemente bella, si presenta la Fontana del Pegaso, il cavallo alato che a colpi di zoccolo fa sgorgare l’acqua dalla roccia. Dall’alto Muse e Grazie, in semicerchio, soffiano acqua nel laghetto mentre quattro Nereidi la spruzzano verso l’alto, in gara con Pegaso. La gradinata a sinistra di questa fontana porta al "Giardino all’Italiana" Il Conservone, grande vasca di raccolta e di distribuzione d’acqua, creata al tempo del Cardinal Ridolfi La Fontana dei Leoncini, deliziosa opera di peperino voluta dal Cardinal Montalto  Il Casino di Caccia eretto nel "Barco" al tempo del vescovo di Viterbo Ottaviano Riario La Neviera o Pozzo della Neve voluta dal Cardinal Montalto ghiotto di bevande ghiacciate tanto da morirne

Alloggi a Bagnaia

Per soggiornare a bagnaia e nel viterbese, usa il portale Agriturismo e bed and breakfast in Italia, troverai un elenco di alloggi di agriturismo e b&b.
Elenco degli alloggi di Viterbo
Tutti gli alloggi in Italia